E-commerce: una formidabile opportunità dopo il Covid-19

Dopo una serie innumerevole di notizie negative, ho avuto modo, in questi giorni, di leggere un report economico altamente positivo riguardante l’ E-COMMERCE.

La ricerca e la conferenza che ne ha fatto seguito è opera dello studio Casaleggio Associati che ha fotografato i numeri positivi di un trend che si è enormemente potenziato in questi mesi di pandemia-Covid, il commercio on-line con tassi di crescita impressionanti.

Ricerche pre-Covid posizionavano l’ Italia indietro rispetto agli altri paesi europei sull’utilizzo delle piattaforme on line per l’ acquisto di beni e servizi con un gap che avrebbe richiesto 4-5 anni per essere colmato: due mesi “chiusi in casa” ci hanno costretti ad utilizzare il web massivamente non solo per chat, mail, video-game ma anche per acquisto di cibo e servizi, anche da parte di persone della terza età.

Un’opportunità che per bocca delle stesse società che lo hanno vissuto e sfruttato in questi mesi , non è un trend passeggero ma una nuova opportunità di business che si sta aprendo anche per operatori medio-piccoli.

Aziende agricole ed artigiane, tramite i portali di vendite on-line, hanno la possibilità di costruire un canale alternativo spesso più remunerativo, di quello classico dei grossisti e GDO, mettendo in mostra e vendendo direttamente i loro esclusivi prodotti made-in-Italy.

I numeri parlano da soli: + 48,5 miliardi di euro di fatturato nell 2019, aumento del 400% durante i mesi di lockdown, particolarmente richiesti gli alimentari , para-farmaceutici e prodotti bellezza.

Dal 2000 mi sono occupato fra i primi di marketplace per la Federalberghi realizzando un Portale per l’acquisto di beni e servizi per gli albergatori , così come della costruzione di siti web e web-marketing quali http://www.italstevia.com compresi foto e post-produzione video : esperienza che posso mettere a disposizione di piccole-medie aziende dando un servizio a costi contenuti, chiavi in mano.

( Dott. Massimo Somaschini info 3701323488 )

Bio-plastica e bambù gigante

Finalmente una buona notizia da Bruxelles: la direttiva UE 2019/904 parla chiaro: dal 2021 le plastiche mono-uso saranno fuorilegge.

Appare chiaro che poter sostituire innumerevoli prodotti in plastica con altri in bio-plastica comporterebbe innegabili benefici in termini economici, di indipendenza da fonti estere di approvigionamento energetico (petrolio inprimis) ed ovviamente ecologici.

Uno studio effettuato da Martin K. Patel, Li Shen and Juliane Haufe ha ipotizzato che più del 90% del corrente consumo globale di polimeri ( in buona parte ottenuti dal petrolio) tecnicamente può essere sostituito con materie prime rinnovabili o bio-plastiche.

Da alcuni mesi collaboro con Prosperity Bamboo , una società che, condividendo appieno questa direttiva, ha come scopo principale la creazione per imprenditori ed aziende, di coltivazioni di bambù gigante e prodotti da esso derivati, ovvero, le bio-plastiche. https://www.prosperitybamboo.com/it/

Guadagnare con il Bambù Gigante

E’ uscita la terza ristampa del mio libro “Guadagnare con il bambù gigante “.

Un libro pensato come manuale e guida pratica per chi, esperto coltivatore o novello agricoltore, voglia iniziare una semplice e redditizia coltivazione :
il Bambù Gigante.


Una pianta affascinante e fonte di guadagno per le mille applicazioni industriali.
In due parole il Bambù Gigante dalle modeste pretese, se coltivato secondo poche semplici regole qui raccolte, può rivelarsi la Vostra “ miniera verde”.

La terza ristampa è arricchita da un “appendice” che raccoglie alcune annotazioni sugli sviluppi enormi che questa coltivazione ha avuto negli ultimi tre anni , ovvero dalla prima stesura del mio libro nell’estate del 2016.

Altre nuove promettenti coltivazioni quali l’ avocado, papaia, finger -lemon , canapa o stevia si sono affacciate con grandi speranze nel panorama agricolo italiano, ma nessuna come il bambù gigante è stato in grado di diffondersi su oltre 2000 ettari in così breve tempo.

Altre informazioni le trovare su https://italstevia.com/il-bambu-dalla-a-alla-z/

Ricetta “fusilloni al bambù”

Passeggiata domenicale fuori porta: in un giardinetto in Brianza, una macchia di bambù gigante attira la ns. attenzione. Una miriadi di turgidi germogli spuntano tutt’ intorno: ecco un’idea per una ricetta insolita.

Sbollentare una decina di germogli privati delle foglie esterne in abbondante acqua salata, per 3 minuti. Tagliarli a pezzetti e farli saltare per pochi minuti, con scalogno, dadini di pomodorini Pachino, mezzo cucchiaino di curcuma, 3 cucchiai d’olio extra-vergine, un peperoncino, sale q.b. Quando i fusilloni cotti in acqua salata sono al dente, cuocerli per un minuto a fuoco vivace con i germogli e pomodorini . Un primo piatto squisito ed inatteso ( foto Aria Luce).

Chi volesse acquistare le piante madri di bambù gigante da trapiantare a settembre, può farne richiesta al sottoscritto cell. 3701323488

fornitura Vecchi

Bambuseti a quote

Continua l’ espansione dei bambuseti giganti A QUOTE.

Anche chi non ha  TERRENI AGRICOLI può fare un investimento ad alto reddito acquistando un bambuseto a quote di una società s.r.l. finalizzata alla piantumazione, gestione e commercializzazione dei prodotti ovvero germogli e culmi.  L ‘investimento è nell’ordine dei 20.250 € per una quota del 5% con una redditività del 20%-30% a partire dal 5° anno.

E’  importante affidarsi a società affermate  che acquistino il terreno da piantumare . Ciò è basilare perchè la durata del bambuseto ( quindi dell’investimento ) è di 80-100 anni  e dal 4° anno la produzione aumenta notevolmente . Meglio ancora se il bambuseto adotta un disciplinare di coltivazione BIO .

Attualmente ci sono circa una ventina di SRL Agricole (a fiscalità ridotta) in Piemonte, Lombardia e Toscana, che hanno venduto a piccoli investitori le loro quote.

Società già presenti sul mercato, si impegnano all’ atto della vendita delle piante madri, all’acquisto , dopo il 4°-5° anno dei germogli e culmi al miglior prezzo di mercato.

Chi è interessato può richiedermi informazioni più dettagliate sulle società che realizzano bambuseti ” a quote ” cell. 3701323488

In basso germogli raccolti dall’ Autore nel novarese, scrittore ed editore del libro  Guadagnare con il Bambù Gigante

germogli cassetta

Uno delle CENTINAIA di prodotti fatti con il bambù gigante:  panni multi-uso in tessuto di bambù in vendita, in questi giorni, alla Fiera dell’ Artigianato ad Erba.

dav
dav

 

Irrigazione empirica ? No, elettronica e Neurobiologia vegetale ci spiegano i perchè.

Nella mia quarantennale carriera agronomica la domanda che mi sono sentito rivolgere centinaia di volte è : quando devo irrigare ?

Fortunatamente i tempi cambiano ed anche in agricoltura si fanno strada nuove tecnologie: un’ azienda 100% italiana ha messo a punto un sistema elettronico semplice ma efficace, in grado di aiutare l’ agricoltore sulla tempistica di quando irrigare.

Che sia una coltura di molti ettari o un giardino metropolitano, alcuni sensori posti nel suolo rilevano il grado di umidità in continuo, trasmettendo i dati ad una centralina che a sua volta li invia al server dell’ Azienda o del responsabile, ed il gioco è fatto!

Fortunatamente dopo anni di predominio di società americane ed anglosassoni, ora sul mercato esistono ottimi prodotti made in Italy: è il caso della Elycon di Latina specializzata in sistemi di monitoraggio in agricoltura.

La centralina sulla base dei dati ricevuti, tramite un programma, elabora un diagramma che ci indica lo stato di “stress idrico” delle piante dandoci le indicazione di quando irrigare al fine di mantenere il giusto grado di umidità nel terreno. Il monitoraggio dei dati è consultabile da computer o smartphone.

Personalmente ne ho utilizzato diverse unità nei campi pilota di stevia nel Centro-Sud Italia, diseguito vi riporto uno studio fatto su una piantagione di kiwi dove sono evidenti i benefici economici.

A proposito dello stress idrico, vale la pena ricordare le strabilianti scoperte fatte da una nuova scienza la Neuro-Biologia Vegetale”. In primis, quelle del Prof. Stefano Mancuso direttore del Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale di Firenze e della rivista «Plant Signaling & Behavior», uno dei fondatori della disciplina che studia i segnali e la comunicazione nelle piante a tutti livelli di organizzazione biologica dalla singola molecola alle comunità ecologiche.  Sono state scoperte sempre più complesse reazioni biochimiche nelle piante dovute per esempio alla mancanza d’ acqua o da un’ irrigazione eccessiva: queste reazioni sono comparabili a quelle del sistema nervoso degli organismi superiori, producendo nelle piante dei comportamenti di auto-difesa e provocando anche  il rallentamento vegetativo delle stesse.

 Da qui l’importanza , come da sperimentazioni effettuate in pieno campo, di irrigare al momento giusto per :

  • ridurre i consumi idrici evitando “stress” che rallentino la vegetazione delle piante
  • diminuire i consumi energetici relativi alle stazioni di pompaggio
  • aumentare la produzione e la qualità di ortaggi, frutta, erbe aromatiche ecc

  • aggiungendo sensori dell’ umidità fogliare, decidere la tempistica dei trattamenti con fitofarmaci diminuendone frequenza ed intensità degli stessi

Pertanto la vera domanda è : conosci a fondo lo stato di benessere delle tue piante, di quelle piante che sono la tua fonte di reddito ?

Un ottimale e costante stato di idratazione , come per gli esseri umani, è fondamentale anche per lo sviluppo dei vegetali !!!

Il sistema di monitoraggio nella configurazione base costa intorno ai 1000 € ed è pronto per l’uso. Ulteriori sensori si possono aggiungere per rilevare temperatura ed umidità dell’ aria, vento, pioggia , luminosità ecc.

Per informazioni cell. 3701323488 o scrivete a folgore1949@gmail.com

La Neurobiologia delle Piante – Prof. Stefano Mancuso

Cito da Stampalibera.it : Il “New Yorker” lo ha inserito, quest’anno, nella classifica dei “world changers”, le personalità che stanno cambiando il mondo, uno scienziato capace di analizzare tra i primi le potenzialità dell’intelligenza “silenziosa e sconosciuta” delle piante e dei fenomeni complessi legati al mondo vegetale. Stiamo parlando di Stefano Mancuso, il botanico originario di Patti che è diventato una figura di riferimento internazionale, direttore del Laboratorio Internazionale di Neurobiologia vegetale (LINV) dell’Università di Firenze, docente in Giappone, Svezia, Francia, membro fondatore dell’”International Society for Plant Signaling & Behavior”, autore di testi sul mondo delle piante tradotte in una ventina di lingue, che hanno ricevuto premi quali “The science book of the year” 2016 del ministero della ricerca austriaco. Di recente “Le Monde” ha dedicato addirittura la prima pagina, con la foto di Mancuso in primo piano, alle straordinarie scoperte della “neurobilogia vegetale”

Un luminare della biodiversità e dell’ecocompatibilità, capace di analizzare la memoria delle piante, la loro capacità di adattamento, la loro capacità organizzativa, le potenzialità vegetali per combattere l’inquinamento ambientale tramite la “fitorimediazione”: “Le piante incarnano un modello molto più resistente e moderno di quello animale; sono la rappresentazione vivente di come solidità e flessibilità possano coniugarsi. La loro costruzione modulare è la quintessenza della modernità: un’architettura cooperativa, distribuita, senza centri di comando, capace di resistere alla perfezione a ripetuti eventi catastrofici senza perdere funzionalità e in grado di adattarsi con grande rapidità a enormi cambiamenti ambientali”, scrive nel recente saggio Plant Revolution, edito da Giunti.

Bambuseti a “quote” in forte espansione

Continua l’ attività di espansione dei BAMBUSETI A QUOTE

Dopo le decine di ettari fatti nel 2015-2016 in provincia d’Alessandria ed Asti ora la Forever Bambù Holding scende verso Sud in Toscana.

Ho visitato domenica 22.09.17 i terreni acquistati a Chiusdino (SI) e già piantumati , 15 ettari che presto diventeranno 22 : ottima la scelta dell’ubicazione ed il lavoro di messa a dimora svolto.

La formula ormai collaudata con già una ventina di SRL operative, è quella della Società SRL agricola, quindi a fiscalità agevolata, che acquista il terreno, piantuma, gestisce il bambuseto, e vende il prodotto.

Chi non ha terreni, ma vuole diversificare il suo portafoglio investimenti con rendimenti ( dopo il 4° anno) del 15%-20% , può acquistare delle quote della SRL .

Attualmente il valore delle quote della SRL FB18 in vendita è di 4050,00 € a punto percentuale.

Per informazioni 370 1323488